Tank and The Bangas: la ricetta perfetta

Breve storia di un gruppo musicale che ha rischiato di ottenere un Grammy, vincendo un contest per suonare in un ufficio a Washington DC.

Mi sono sempre chiesto perché alcuni gestori di locali decidano di ingaggiare artisti per una performance dal vivo in situazioni dove la clientela, il posto o, addirittura, il giorno scelto, non permettono la minima attenzione allo spettacolo.
È successa una cosa simile a Laura Gibson, cantante folk americana, che nel 2008, durante un’esibizione in un bar, nel bel mezzo del South by Southwest(Austin, Texas), si ritrovò sommersa da urla e commenti di tifosi, intenti a guardare una partita di basket, trasmessa in diretta nello stesso locale.
Tra il pubblico quella sera c’erano due persone sedute ad un tavolo, Bob Boilen e Stephen Thompson, che dopo aver assistito inermi e scocciati allo spettacolo proposto dal club, hanno deciso di andare a parlare con Laura, e Stephen, scherzando, le disse che sarebbe dovuta andare a suonare alla loro scrivania in ufficio e che, di certo, sarebbe stato più divertente.

La battuta di Thompson, che sembra strana estrapolata dal contesto, assume senso concreto nell’attimo in cui Gibson realizza chi ha di fronte, ovvero due colleghi che gestiscono “All Things Considered”, uno show trasmesso da NPR Music, dove vengono selezionati i migliori artisti del momento.

Laura decide quindi, a poche settimane dall’accaduto, di presentarsi alla sede di NPR e, così, i due amici decidono di allestire un set improvvisato per l’artista, direttamente nei loro uffici, permettendo così l’esibizione. Una volta terminata, caricano il tutto sul web¹.

Laura Gibson durante il suo Tiny Desk Concert

L’idea si rivela geniale e di successo: ad oggi “NPR Music, Tiny Desk Concert” – così è stato chiamato inizialmente e così è rimast – è uno dei format musicali più seguiti su YouTube e vanta l’adesione di una grandissima varietà di ospiti, da coloro che si stanno facendo strada nel mondo della discografia a vere e proprie leggende, come Adele o Alicia Keys che, affascinate dalla particolarità della situazione proposta, hanno deciso di partecipare.

Alicia Keys durante il suo Tiny Desk Concert

Lo Show, che può oramai essere definito un’istituzione nel campo, ha deciso da qualche anno di organizzare un contest dove artisti e band emergenti di qualunque genere possono iscriversi e una speciale giuria decreterà l’esibizione migliore, garantendo così una partecipazione al format.

Tiny Desk set

Nell’anno 2017 un gruppo spicca su tutti gli altri: il suo nome è Tank and The Bangas.

Tank and the Bangas press photo, Copyright @Alex Marks

Nativi di New Orleans, i Tank and The Bangas sono una band costituita da quattro musicisti e una voce femminile, che durante le esibizioni tiene saldamente in mano le redini del live, con una presenza musicale e scenica impressionante.
Ho consultato parecchie schede e articoli che parlano del gruppo in questione e chiunque ne scriva fornisce una definizione differente.
Il genere musicale d’appartenenza è certamente indecifrabile, durante i pezzi la musica passa da momenti R&B, ad interludi Jazz, per poi dare spazio a extrabeat² degni di rapper che hanno fatto la storia dell’Hip Hop.
Se devo dare una mia interpretazione la descriverei come un piatto a base di colori Jazz, pochi tecnicismi ma molto efficaci, il tutto condito da una voce che sembra essere uscita da un musical: miscela parlati ad accelerazioni straordinarie per poi chiudere con vocalizzi soul. 
Mi rendo conto che detto così sembra una folle mescolanza di sapori ma, proprio come i migliori piatti dei ristoranti stellati, non ho idea di come riescano a stare insieme gli ingredienti di ciò che ho ordinato e, ancora meno, so descrivere quello che sto provando durante la consumazione, ma posso assicurare che l’esperienza sia fantastica.

Tank and the Bangals live, Facebook

Tornando brevemente al format che mi ha permesso di conoscere questa incredibile band, consiglio a chi non lo seguisse di prendere in ferma considerazione l’idea di farlo. Tiny Desk è chiaramente un format che vive e cresce su Internet ma, mentre i competitors cercano di presentare prodotti più mirati al digitale e ad una fantomatica perfezione di suono ed immagine, i ragazzi di NPR lavorano per portare alla luce la parte più vera della musica live: le imperfezioni, i difetti, pause e imbarazzi che rendono unica e indimenticabile ogni esibizione.

¹L’esibizione di Laura Gibson al Tiny Desk Concert: https://www.youtube.com/watch?v=jhxi64JvhGw
² Incisi rap estremamente tecnici e veloci
 
Immagine di copertina: NPR Press Photo

condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on google
Share on whatsapp
Share on email